Il vino del Molise e le sue squisite declinazioni

Il vino del Molise è una realtà consolidata che ha trovato nel tempo il suo spazio nel panorama vinicolo nazionale. Il Molise vanta 4 vini con marchio di garanzia DOC.

Il vino del Molise

Il vino del Molise è una realtà consolidata che ha trovato nel tempo il suo spazio nel panorama vinicolo nazionale. Essendo il Molise una piccola regione confinante con numerose realtà diverse, ha ricevuto l’influenza delle produzioni vicine, riuscendo però a trovare una personalità ben definita grazie all’eccellenza dei suoi vitigni e alle qualità del suo territorio.

Il vino del Molise

In Molise si produce vino praticamente da sempre. Gli antichi abitanti del Molise, i Sanniti, ereditarono le tecniche di coltivazione della vite e della realizzazione di bevande fermentate da Greci ed Etruschi, facendo diventare il Molise nei secoli il principale produttore di vino del Regno di Napoli. Il vino del Molise è un’eccellenza quindi, apprezzata da millenni.

I vigneti sono sparsi su tutta la regione, sui colli e nelle zone montuose che caratterizzano questo territorio, ma le fasce produttive principali sono essenzialmente 2: lungo la valle del Trigno e del Biferno la prima, nei dintorni di Isernia la seconda. In Molise i vini più importanti sono sicuramente i rossi, con vitigni quali Montepulciano, Sangiovese, Aglianico, Ciliegiolo e il vitigno autoctono Tintilia. Per quanto riguarda i vini bianchi del Molise si utilizzano uve di Bombino bianco, Malvasia bianca lunga e Trebbiano toscano.

Il Molise ha 4 vini con marchio di garanzia DOC:

  • Tintilia
  • Molise
  • Pentro
  • Biferno

 

Il Tintilia DOC, il vero vino del Molise

Il Tintilia è un antico vitigno a bacca nera molisano, da cui si ricava un vino DOC che in passato ha rischiato di scomparire in seguito all’utilizzo massiccio di vitigni più produttivi. Una campagna di recupero è riuscita a salvarlo, rendendolo un orgoglio tutto molisano. Grazie a una recente ricerca dell’Università del Molise si possono oggi escludere parentele con altri vitigni.

Il Tintilia ha un colore rosso molto intenso con riflessi violacei. Ha un sapore secco, armonioso, con eleganti note aromatiche e speziate dal finale persistente. Un leggero sentore di frutta rossa conclude il ventaglio di sapori complesso di un vino con una buona struttura. L’affinamento per periodi medio-lunghi dona a questo vino del Molise una morbidezza sorprendente che lo rende particolarmente gradevole.

 

Biferno DOC

Prodotto lungo l’omonima valle in provincia di Campobasso, il Biferno è un vino molisano tra i più prestigiosi della regione. Realizzato nelle varianti rosso, bianco e rosato, il Biferno nasce tra le colline campobassane da terreni costituiti da rocce calcaree, argille e suoli sabbiosi.

Composto dai vitigni più utilizzati dalle regioni vicine, il Biferno rosso è al 60/70% Montepulciano, 15/20% Aglianico e 15/20% Trebbiano toscano, più eventuali aggiunte di altre uve non aromatiche per il suo completamento.

Riconosciuto DOC nel 1983, il Biferno può portare la dicitura Riserva dopo almeno 3 anni d’invecchiamento e raggiungendo una gradazione alcolica minima di 13°.

 

Pentro DOC

Il Pentro DOC è un vino montano prodotto nella zona occupata da 16 comuni nella provincia di Isernia. Il nome deriva dall’antica stirpe sannitica dei Pentri ed è stata una delle prime produzioni di vino del Molise a ottenere il marchio DOC insieme al Biferno, nel 1983.

Anch’esso realizzato nelle varianti bianco, rosato e rosso, il Pentro DOC è un vino armonico e bilanciato, vellutato e gradevole. Il Pentro, sia bianco che rosso, è composto principalmente da uve di Montepulciano e Sangiovese.

 

Molise DOC

Il vino Molise o Del Molise DOC comprende tutte le zone vinicole di entrambe le province molisane, è presente quindi in tutta la regione con una grande varietà di tipologie. Il disciplinare della produzione Molise DOC permette infatti di poter utilizzare ben 34 vitigni che sono sparsi in tutte le aree vinicole della regione.