Vino Castel del Monte: abbinamenti, storia e caratteristiche

Il vino Castel del Monte è una DOCG pugliese che vanta un’antichissima tradizione derivante dalla coltivazione delle uve Nero di Troia.

Vino Castel Del Monte | Prodotti Tipici

Il vino Castel del Monte è uno dei migliori vini rossi pugliesi che vanta un'antichissima tradizione derivante dalla coltivazione delle uve Nero di Troia che venivano coltivate nella porzione di terra di questa regione, denominata Agro di Trani, o nella zona di Canosa.

Indice dei contenuti

Vino Castel del Monte: caratteristiche

Ancora oggi la tecnica di produzione di questo vino segue un disciplinare molto preciso che permette di arrivare ad un prodotto di qualità che presenta molte cose da raccontare rispetto a molti altri vini pugliesi.

Per quanto riguarda la produzione del vino Castel del Monte dobbiamo necessariamente partire dalla materia prima: per ottenere questo vino di qualità occorre il 65% di uve Nero di Troia e il restante 35% di uve a bacca nera proveniente da Le Murgia, precisamente della zona centrale di questo altipiano. La zona di produzione tipica di questo vino è situata parte nella provincia barese e parte nella recente provincia di Barletta Andria Trani.

La fase di vinificazione delle uve tende a seguire delle pratiche enologiche tipiche della zona di produzione, in modo che il prodotto finito possa rispecchiare in toto le caratteristiche tipiche del territorio di origine e che siano soprattutto di qualità. Affinché si riesca ad ottenere un vino di eccellente qualità, le tecniche di produzione prevedono che la resa massima dei vitigni non superi il 70%; nel caso in cui la produzione superi questa percentuale in misura superiore alla tolleranza del 5%, il vino perderà l'etichetta di DOCG. Inoltre, per poter ottenere quest'ultima è necessario che il vino effettui un periodo di invecchiamento di almeno due anni dei quali almeno uno deve essere effettuato in botti di legno.

Oltre al vino rosso, l'etichetta DOCG del Castel del Monte racchiude anche un ottimo vino bianco e in misura minore anche il rosato. Per quanto riguarda il bianco, viene ottenuto prevalentemente dal vitigno Pampanuto, la cui zona di produzione tipica si estende tra i comuni di Ruvo di Puglia e Corato; il rosato, invece, si ottiene dal vitigno Bombino Nero che presenta dei grappoli molto particolari, di media grandezza, e di forma piramidale, simili a un bambino con le braccia distese.

Nel corso degli anni, l'uomo è comunque intervenuto sul territorio per fare in modo di aumentare la resa dei vitigni, non solo dal punto di vista quantitativo ma anche qualitativo e utilizzando tecnica di produzione all'avanguardia ma che sappiano comunque coniugare alla perfezione anche i dettami della produzione artigiana.

Vini Castel del Monte

Vino Castel del Monte: storia

Anche se alcuni manoscritti risalenti alle biblioteche dei monasteri già parlano di questo ottimo vino rosso, la prima vera testimonianza risale al 1800 quando, in un libro che parla delle diverse varietà di uva pugliese, sono messe in risalto le eccellenti qualità del Castel del Monte.

La denominazione di questo vino proviene dal castello a pianta ottagonale risalente al XII secolo e che domina il territorio circostante; si trova su una collina posizionata proprio al centro della produzione tipica delle uve che danno vita al vino Castel del Monte.

Vino Castel del Monte: abbinamenti

  • Vino Castel del Monte rosso: abbinamenti
    • Carni rosse brasate
    • Castrato arrosto
    • Pollame di tipo nobile con cottura al forno
    • Formaggi a pasta dura e leggermente salati

  • Vino Castel del Monte bianco: abbinamenti
    • primi piatti con sughi leggeri o a base di pesce
    • molluschi, come seppie e polpi, cotti in tegame
    • latticini freschi

  • Vino Castel del Monte rosato: abbinamenti
    • Primi piatti con sughi di carne
    • Salumi piccanti
    • Secondi piatti a base di carne di agnello o maiale
    • Formaggi ovini stagionati

Il Vino Castel del Monte, a seconda della tipologia, si presta a tanti diversi piatti sia della tradizione pugliese che di tutta la cucina nazionale. Il vino rosso Castel del Monte, specialmente il rosso riserva, va abbinato a piatti saporiti quali carni bianche e rosse pregiate, arrosti e formaggi stagionati. Il Castel del Monte bianco, invece, predilige piatti delicati a base di pesce, sughi leggeri e formaggi freschi. Infine il vino Castel del Monte rosato sopporta bene anche piatti più saporiti e pungenti, come formaggi ovini stagionati, carne di agnello e salumi piccanti.